Contactless: la tecnologia che favorisce l’igiene e l’economia dell’abitazione
page cover

News

Contactless: la tecnologia che favorisce l’igiene e l’economia dell’abitazione

Data

2/Dic/2021

Categoria

Articoli Non categorizzato

Nell’articolo “La casa del futuro: tecnologia, sostenibilità, innovazione”, abbiamo accennato a come l’Internet of Things (IoT), o Internet delle cose, stia trasformando le nostre case in smart home dotate di dispostivi intelligenti. Affrontiamo qui il tema della tecnologia contactless e di quanto questa sia utile non solo per il risparmio energetico della nostra casa, ma anche per migliorare l’igiene dei luoghi che abitiamo.

Cos’è la tecnologia contactless

La tecnologia contactless sta cambiando il nostro stile di vita anche in casa.

La parola contactless è nata per definire i sistemi di pagamento che evitano all’individuo di entrare in contatto con i relativi dispositivi favorendo così una maggiore velocità di operazione e un’igiene efficace. Ora i campi di applicazione si stanno ampliando.

I primi dispositivi contactless per la casa: Alexa e Google Home

La tecnologia contactless è già arrivata anche nelle nostre case tramite Alexa e Google Home. È possibile, grazie a questi dispositivi, accendere, spegnere o programmare gli elettrodomestici e la televisione, accendere e spegnere le luci dell’abitazione, regolare il termostato di casa, cercare su Internet qualcosa che ci serve senza toccare né il pc né lo smartphone, semplicemente con l’uso della voce. Questi dispositivi ci permettono di vivere senza toccare quasi nulla, ed in questo periodo in cui è alta la sensibilità sul tema igiene, risultano essere preziosi alleati.

La tecnologia contactless che favorisce l’igiene dell’abitazione e dei luoghi di lavoro

Questo tipo di tecnologia si sta espandendo su tutti gli aspetti dell’abitare e della vita quotidiana.

Ci sono sistemi che permettono di ottenere il massimo dell’igiene sia in casa che nei luoghi di lavoro: è possibile oggi installare cancelli e serrature senza chiave che si aprono tramite dispositivi domotici collegati allo smartphone, rubinetti di bagno e cucina con sensori a calore o avvicinamento, porte interne della casa che si aprono grazie all’avvicinamento della mano a un sensore che funziona con tecnologia a microonde.

Anche gli elettrodomestici si stanno evolvendo nella medesima direzione: il frigorifero con fotocamera interna che permette di visualizzarne il contenuto senza aprirlo e anche quando si è fuori casa tramite relativa app, il forno smart programmabile da smartphone e collegato ad una app di ricette da cui stabilisce la temperatura ottimale, i robot aspirapolvere che, sebbene già presenti sul mercato da qualche anno ora possono essere gestiti al meglio tramite app.

La diffusione di questa nuova tecnologia, in continua evoluzione, oltre a favorire un considerevole risparmio di tempo e di consumi energetici, contribuisce a rendere ottimale l’igiene dell’abitazione.